Dormire abbracciati: le 7 posizioni più utilizzate per riposare con il proprio partner

Dormire abbracciati

Dormire abbracciati fa bene e a dirlo è proprio la scienza. Secondo uno studio della University of Hertfordshire, dormire abbracciati al proprio partner durante la notte fa bene non soltanto alla propria relazione, ma anche alla propria salute mentale.

Infatti il contatto fisico con qualcuno, soprattutto durante la notte, innalza notevolmente la quantità di ossitocina nel corpo, cioè il famoso ormone della felicità, e questo regala immediatamente una sensazione di benessere psichico.

Di conseguenza, con l’innalzamento del livello di ossitocina nell’organismo, si abbassa invece il livello di cortisolo che, al contrario, produce ansia e stress. Disturbi che alla lunga possono avere conseguenze più o meno gravi sul nostro stile di vita e sulla qualità delle nostre giornate.

Quindi dormire abbracciati apporta dei benefici ai singoli partner, ma è anche un bene per la coppia, contribuendo ad innalzare la complicità all’interno della relazione.

Tuttavia, non sempre si riesce a rimanere avvinghiati durante l’intera nottata. Di solito, secondo lo studio scientifico, questo avviene più frequentemente quando i due partner hanno appena finito di fare l’amore o in seguito ad un momento di complicità.

Dopo un po’ di tempo può succedere di distanziarsi, ma l’importante è dormire abbracciati poco prima di addormentarsi, in modo tale che i due partner si trasmettano affetto e sicurezza reciproca.

Scopriamo quindi le migliori posizioni per dormire abbracciati.

Dormire a cucchiaio

Il “cucchiaio” è senz’altro una delle posizioni più famose quando si parla di dormire abbracciati. Entrambi i partner sono stesi su un lato del corpo, rivolti verso la stessa direzione, e quello più esterno cinge l’altro, creando un contatto pancia/schiena.

dormire abbracciati dopo aver fatto l amore

È una posizione tradizionale nelle coppie che dormono insieme e conferisce uno stato di grande unione e benessere. In genere il partner che stringe l’altro fra le proprie braccia è colui che desidera trasmettere un senso di sicurezza e protezione. Ovviamente può capitare che i ruoli si ribaltino e che anche il più “duro” della coppia abbia bisogno di tanto in tanto di sentirsi al sicuro, amato e protetto.

In ogni caso, indica un senso di romanticismo ma soprattutto di fiducia. In inglese, ad esempio, esiste una definizione per entrambi i partner che amano dormire abbracciati a cucchiaio. “big spoon” (ovvero cucchiaio grande) è colui che abbraccia, mentre “little spoon” (cucchiaio piccolo) è chi viene abbracciato.

Anche dormire schiena contro schiena è un’ottima posizione per dormire abbracciati. I due partner sono stesi su un lato, rivolti verso direzioni differenti ma mantengono il contatto fisico lasciando che le due schiene si tocchino (in genere, infatti, questa posizione è anche detta “la posizione delle carezze”).

Indica un senso di benessere della coppia perché entrambi i partner sono visibilmente rilassati e a proprio agio l’uno con l’altro.

Dormire accoccolati

Dormire abbracciati “accoccolandosi” l’uno con l’altro è sintomo di grande stabilità della coppia.

dormire abbracciati dopo aver fatto l amore 1

È una posizione in cui uno dei due è steso supino, mentre l’altro gli è accanto e appoggia il viso sul suo petto o sulla sua spalla ed entrambi si cingono a vicenda. Chi si trova al lato spesso posiziona una gamba sul partner che è steso sul dorso, agganciandolo a sé.

Chi dorme in questo modo ha chiaramente una relazione caratterizzata da grande complicità. In genere si tratta di coppie che stanno insieme da un po’ di tempo, e che quindi hanno sviluppato un grande sentimento di amore e unione, oltre che all’attrazione sessuale.

In genere sono relazioni in cui c’è rispetto e sostegno reciproco e dove entrambi sanno di poter contare l’uno sull’altro.

Dormire intrecciati

Dormire abbracciati intrecciandosi l’un l’altro è una posizione che denota grande sintonia di coppia. Entrambi i partner sono stesi su un fianco, faccia a faccia, e si abbracciano attorcigliando braccia e gambe reciprocamente.

dormire insieme abbracciati

Riposare in questo modo è sintomo di una forte connessione sia a livello fisico che emotivo. Un feeling che potrebbe però nascondere anche qualche lato negativo.

Ad esempio, i partner che dormono in questo modo potrebbero celare una certa gelosia reciproca o un senso di possesso dell’altro. In casi peggiori, anche una dipendenza affettiva. Situazioni che, qualora diventassero eccessive, potrebbero portare la relazione a vivere delle problematiche che rischierebbero di deteriorare l’unione e la complicità.

In generale, però, questo modo di dormire abbracciati è senz’altro molto affettuoso ed è spesso utilizzato soprattutto dalle coppie nascenti che hanno bisogno di dimostrare  il proprio attaccamento e il proprio amore.

Adottare questa posizione per un tempo prolungato potrebbe anche rivelarsi scomodo o impedire una corretta circolazione in determinate aree del corpo a causa del peso dell’altro. Eppure, c’è a chi non importa perché il piacere di dormire abbracciati intrecciandosi dolcemente è senz’altro superiore al fastidio di un braccio addormentato.

Dormire distanti

Dormire abbracciati è meraviglioso, ma può capitare di ritrovarsi distanziati dal proprio partner durante la notte. Non sempre questo è sintomo di qualcosa di negativo, ma dipende soprattutto dalla sintonia che la coppia dimostra al di fuori del letto, magari prima di andare a dormire.

dormire abbracciati al cuscino

Infatti, se prima di addormentarsi i due partner hanno comunque condiviso del tempo assieme, magari raccontandosi a vicenda la propria giornata o rendendo partecipe l’altro dei propri pensieri, dormire distanti non è preoccupante.

Dormire con un’altra persona implica comunque condividere con lei i momenti precedenti al sonno. Spesso, infatti, si parla con il proprio partner, si scherza insieme o più semplicemente ci si concede degli istanti di coccole e tenerezze reciproche.

In questo caso, può succedere di dormire abbracciati e poi allontanarsi durante la notte, magari per stare più comodi. Anche addormentarsi distanti non è comunque un problema se i due partner hanno condiviso del tempo insieme durante la giornata o a letto, prima di chiudere gli occhi.

Anzi, questa può essere semplicemente una dimostrazione che si sta vivendo una relazione salda e duratura, senza gelosie, attaccamenti morbosi o possessività nei confronti dell’altro.

Potrebbe invece essere un problema se i due partner non hanno condiviso del tempo insieme durante la giornata  o nel momento di dormire e in generale nel rapporto si è instaurata una certa distanza fra i due. Dormire separati potrebbe essere il sintomo di una crisi di coppia.

In questo caso sarà importante rivedere le problematiche della relazione e affrontare insieme le questioni irrisolte.

Dormire abbracciati al cuscino

Accade molto frequentemente di sentire il bisogno di dormire abbracciati a qualcosa o a qualcuno. Quando non abbiamo la possibilità di farlo con una persona, spesso succede di chiudere gli occhi ed entrare nel mondo dei sogni mentre stiamo abbracciando una coperta o un cuscino.

Anche questo gesto rivela molto su di noi. In genere, infatti, dormire in posizione fetale stringendo un cuscino, significa che probabilmente abbiamo bisogno protezione, affetto o sicurezza. Come se fosse un inconscio ritorno all’interno del grembo materno, luogo in cui eravamo certamente difesi da ogni male esterno.

Dunque, dormire abbracciati al proprio cuscino mentre siamo a letto è certamente un’azione che ci fa tornare in qualche modo bambini. In quell’oggetto scarichiamo l’ansia e lo stress accumulato durante la giornata, fra mille impegni e responsabilità che ci ricordano costantemente che siamo adulti e in quanto tali dobbiamo rispettare dei doveri.

Il cuscino diventa quindi una sorta di scudo, come se potesse realmente proteggerci dagli incubi o dai mille problemi che la vita quotidiana ci pone davanti.

Questo vale per chi è single, ma anche per chi, ad esempio, vive una relazione a distanza.

In quel caso quell’oggetto ci fa sentire meno soli, perché ci regala l’illusione di star abbracciando la persona amata, che in quel momento non può trovarsi vicino a noi.

Spesso, infatti, un regalo da fare al proprio partner, se si sta vivendo una relazione a distanza, è un cuscino con stampata una fotografia insieme, felici e uniti fisicamente. Un oggetto meraviglioso che l’altro potrà stringere durante la lontananza.

Dormire viso a viso ma distanti

Ci sono condizioni in cui non sempre è possibile dormire abbracciati, pur trovandosi a riposare nello stesso letto. D’estate, ad esempio, succede spesso di avere il bisogno del proprio spazio, soprattutto a causa del caldo, ma questo non significa necessariamente che la propria relazione ha un problema.

Anzi, c’è una posizione nella quale i due partner dormono distesi sul fianco, l’uno di fronte all’altro, ma senza effettivamente toccarsi.  Questa posa indica assolutamente qualcosa di positivo nella relazione, pur non essendo presente alcun tipo di contatto fisico.

Dormire in questo modo indica senz’altro voglia di intimità e desiderio di osservare il proprio partner. C’è in questo caso la necessità di tenerlo sott’occhio anche senza doverlo per forza stringere o toccare.

Questa  è una posizione molto matura e viene spesso utilizzata dalle coppie unite da tempo che hanno ormai consolidato negli anni la propria affinità. In questo caso, ognuno sa rispettare perfettamente gli spazi dell’altro e i momenti di intimità personale di cui ognuno ha normalmente bisogno.

Tuttavia, rimane ugualmente fra i due una sorta di connessione che gli impedisce di allontanarsi completamente. Di guardare altrove o rivolgere esternamente la propria attenzione.

È possibile, poi, dormire distanti ma mantenere un leggero contatto fisico. Ad esempio appoggiando una mano sul corpo dell’altro o stringendosi l’un l’altro le mani, oppure intrecciando i piedi.

Anche questo tipo di posizione indica che nella coppia entrambi i partner sono in grado di rispettare gli spazi dell’altro, pur mantenendo una certa complicità reciproca.

Quando uno occupa più spazio dell’altro

Dormire abbracciati può rivelarsi difficoltoso in alcuni casi. Ad esempio, quando uno dei due si dimostra prevaricante, anche a letto, nel momento di dormire. Capita spesso, infatti, che uno dei due partner occupi la maggior parte dello spazio a disposizione, costringendo l’altro e rimanere relegato al bordo.

In generale, in una relazione, non è mai positivo quando non ci si ritrova sulla stessa lunghezza d’onda. Soprattutto, poi, quando uno dei due risulta preponderante rispetto all’altro. Dominare in una relazione può essere un problema tanto quanto essere sottomessi rispetto al proprio partner.

Questo può succedere anche nel momento di dormire e, molte volte, è soltanto un comportamento che riflette uno stato generale in cui si trova la coppia. La persona che occupa la maggior parte del letto, infatti, non dimostra per niente amore al proprio compagno di vita, anzi.

Chi tende a governare è spesso una persona molto più concentrata su se stessa che sul benessere della propria relazione e conseguentemente sui bisogni di chi ci è accanto nella vita.

Al contrario, chi invece si lascia sottomettere e accetta di occupare un minore spazio all’interno del letto coniugale, ma anche minore importanza nella coppia, dimostra di soffrire di insicurezza.

Una bassa autostima è un problema anche nella relazione. Accettando che l’altro ci sovrasti, ci ritroviamo necessariamente in uno stato di malessere personale che poi si rifletterà, per forza di cose, sulla relazione con il nostro partner.

In questo caso è necessario ristabilire l’equilibrio e fare in modo che i ruoli tornino ad essere pari, per poter garantire il benessere del rapporto. 

Dormire abbracciati dopo aver fatto l’amore

Dormire abbracciati dopo aver fatto l’amore è un gesto che racconta molto del rapporto con il proprio partner. Anche da questo è possibile percepire il legame che si è creato fra due persone.

Se dopo aver fatto l’amore ci si allontana, rimanendo distanti dall’altro, questo può essere un sintomo di una spaccatura nella relazione.

Ma se, invece, dopo il rapporto fisico ci si trova a vivere dei momenti di effusioni e coccole reciproche, molto probabilmente ci si ritroverà anche a dormire insieme, quasi certamente stringendosi l’uno con l’altro.

È un’azione che denota grande complicità e unione, anche nelle coppie nate soltanto da poco tempo. Vuol dire essere a proprio agio con l’altro e donargli un lato molto intimo, anche più intimo di ciò che è stato concesso durante il rapporto stesso.

Nelle coppie che durano già da un po’ di tempo, invece, dormire abbracciati dopo aver fatto l’amore significa che, nonostante gli anni, la coppia ha saputo mantenere viva la propria unione. È un atto di estremo affetto e sentimento reciproco ed è anche da questo che si può comprendere quanto l’altro sia coinvolto nella relazione.

Scopri altre info sul nostro blog o sui nostri canali social

Summary
Dormire abbracciati: le 7 posizioni più utilizzate per riposare con il proprio partner
Article Name
Dormire abbracciati: le 7 posizioni più utilizzate per riposare con il proprio partner
Description
Dormire abbracciati. Dormire abbracciati fa bene e a dirlo è proprio la scienza. Secondo uno studio della University of Hertfordshire
Author
Publisher Name
Sonny sleep
Publisher Logo

Un integratore Alimentare a base di melatonina, camomilla, valeriana e Vitamina B6.