Sonnambulismo, come riconoscerlo in 10 punti essenziali

Sonnambulismo

Sonnambulismo. Questo disturbo del sonno fa parte dei disturbi che si verificano nella fase non REM.

Per molte molte persone non richiede alcun tipo di trattamento a meno che non si presenti con altri disturbi come:

  • sensazione di stanchezza persistente
  • disturbi emotivi
  • alterazioni del comportamento

In questi casi è necessario un intervento mirato per prevenire stress e problemi anche duraturi.

Diventa quindi molto importante capire quando rivolgersi a uno specialista e comprendere meglio anche quali possono essere le possibili cause delle notti passate come sonnambuli, properio di questo parleremo del paragrafo seguente.

Sonnambulismo cause e rimedi

Il disturbo ha inizio durante la cosiddetta fase del sonno ad onde lente e culmina con il camminare in uno stato di alterata coscienza e senza capacità di giudizio. Cosa che può portare a situazioni poco piacevoli e difficili da gestire se non si conosce il problema a fondo o se è la prima volta che si affronta.

sonnambulismo cause e rimedi

Vediamo quindi insieme le caratteristiche di questo disturbo del sonno.

Questo problema è caratterizzato da:

  • parziale risveglio durante la fase del sonno
  • Azioni nel sonno che possono essere o meno ricordate
  • Movimenti che possono essere semplici o complessi
  • Ridotta percezione dell‚Äôambiente
  • Ridotta capacit√† di giudizio

Nonostante da anni la ricerca si stia occupando della sua fisiopatologia non è chiara e la diagnosi è basata prevalentemente sui racconti del paziente o di chi gli è vicino e che vede e vive, notte dopo notte, le situazioni che si presentano davanti agli occhi.

C’√® una diffusa convinzione che questo disturbo sia solamente benigno ma a volte il sonnambulismo nei bambini soprattutto pu√≤ essere causa di eventi avversi.


Il disturbo √® spesso transitorio, negli adulti pu√≤ causare un rischio, come correre contro un muro, scappare da un pericolo immaginario, uscire di casa o colpirei in modo accidentale il proprio partner etc…

Miti da sfatare

√ą falso che la mancanza di sonno non abbia conseguenze diurne.
Il sonnambulismo negli adulti e anche nei bambini è caratterizzato da amnesie perchè il comportamento si verifica senza attività mentale onirica.

sonnambulismo bambini

Può essere correlato a rischi di caduta o il sonnambulismo nei bambini porta spesso a farsi male. Alcuni studi hanno mostrato chi soffre di questo problema non si accorge del dolore anche se ad esempio provocato da un trauma di grave entità.

Chi ne soffre infatti si accorge ad esempio del colpo solo al risveglio. Tutte queste attivit√† notturne inoltre aumentano sia nell’adulto che soffre di sonnambulismo sia nei bambini, un maggiore rischio di mal di testa ed emicranie.

Recenti analisi dicono che chi è sonnambulo trascorre poco meno del 7% della propria vita da sonnambulo, non esistono inoltre significative differenze in questa durata tra sonnambulismo bambini o adulti.

Questo fa pensare che l’insorgenza di questo disturbo da adulti sia una condizione molto rara e necessiti approfondimenti ulteriori.

Il sonnambulismo nei bambini

è maggiore nei bambini rispetto agli adulti stiamo parlando di:1,5% circa di adulti è del 5% circa di sonnambulismo nei bambini.

sonnambulismo nei bambini 2

Questa disparità può essere dovuta ad una riduzione del sonno ad onde lente in età adulta. Per il sonnambulismo ci potrebbe essere inoltre una possibile predisposizione genetica e, alcuni studi idi cii parleremo in seguito, suggeriscono anche una sua possibile trasmissione da genitori ai figli.

Il sonnambulismo nei bambini e negli adulti può comparire insieme ad altri disturbi del sonno del tipo:

  • movimenti ripetuti durante il sonno
  • risvegli frequenti e confusi
  • disturbi respiratori
  • incubi
  • bruxismo
  • parlare nel sonno.

Per diagnosticarlo il primo esame da fare è la polisonnografia, è anche utile un’accurata anamnesi della persona e una raccolta dii informazioni dalla fammela o dalle persone vicine a chi soffre di sonnambulismo e anche dallo stesso interessato.

Pi√Ļ informazioni si hanno √® pi√Ļ diventa facile inquadrare il fenomeno e pensare a risolvere il problema.

Sonnambulismo cause e rimedi: i farmaci

sonnambulismo nei bambini

Alcuni studi hanno identificato che il sonnambulismo negli adulti e anche il sonnambulismo nei bambini potrebbero essere provocati da farmaci come:

  • antibiotici
  • antidepressivi
  • antipsicotici
  • benzodiazepine
  • inibitori della ricaptazione della serotonina
  • beta bloccanti

Nei casi in cui questo si verifichi è bene parlare con il proprio medico curante curante per valutarne la sospensione o trovare soluzioni o farmacia alternativi.

I sonnambuli mediamente agiscono in solitaria e non cercano il contatto con altre persone, ma può capitare che vi si imbattano in modo casuale o accidentale, in questo caso ricordatevi che non bisogna mai svegliare un sonnambulo, limitatevi a controllare che non si faccia male e cercate dii ricondurlo a letto con calma.

Negli adulti e anche nei bambini gli episodi di violenza sono molto rari, chi è sonnambulo generalmente non causa grossi problemi, ma ovviamente può aumentare il rischio di farsi del male, soprattutto se parliamo di sonnambulismo nei bambini.

Ma Come comportarsi con un sonnambulo?

Sia nei bambini che negli indulti ci sono alcune accortezze che si possono adottare in casa, come attivare il blocco delle finestre e rimuovere oggetti potenzialmente pericolosi.

√ą importantissimo non chiudere mai a chiave i sonnambuli soprattutto se si tratta di bambini, sarebbe pericoloso in ogni situazione, ma soprattutto in caso di incendio.

Lo stress e il sonno

Ci sono casi in cui il sonnambulismo provoca:

  • stress
  • disagio al sonnambulo
  • Disagio a chi non soffre direttamente di sonnambulismo ma vive con chi ha questo disturbo
  • limiti alle proprie attivit√† per la stanchezza diurna

Delle cause un pò abbiamo già parlato, ma per i rimedi iniziamo a citarne alcuni:

  • interventi psicologici
  • risvegli programmati
  • ipnosi.

I risvegli programmati prevedono di svegliare la persona che soffre di sonnambulismo dai 15 ai 30 minuti prima del normale orario in cui si verifica l’episodio.
Questo intervento sulla persona che soffre di sonnambulismo deve essere eseguito quotidianamente per almeno due settimane.

Per i casi dei bambini, ma anche per gli adulti, è consigliata un’igiene del sonno tale da:

  1. dormire ad orari prestabiliti
  2. dormire in modo regolare senza andare a letto troppo tardi o alzarsi troppo presto
  3.  creare un ambiente sano e confortevole per il sonno
  4. togliere oggetti che potrebbero rompersi e far svegliare il sonnambulo
  5. eliminare possibili oggetti dai bordi taglienti dalla stanza da letto

Questi sono solo alcuni esempi per evitare delle conseguenze spiacevoli.

E se si parla di sonnambulismo nei bambini?

Camminare, parlare nel sonno, alzarsi e vestirsi, poi rimettersi a letto sono alcuni dei sintomi nei bambini che è un disturbo del sonno che, salvo in rare occasioni, non ha conseguenze e regredisce in modo spontaneo con il tempo ed il crescere dei bambini.

Il sonnambulismo nei bambini √® un disturbo del sonno a risoluzione generalmente spontanea e che colpisce di pi√Ļ la fascia d‚Äôet√† compresa tra i 4 e i 12 anni e tende quasi sempre a scomparire dopo l’adolescenza.

Se gli episodi non scompaiono in età adulta può essere associato ad aspetti come psicosi o nevrosi.

Quando avviene il sonnambulismo nei bambini?

Avviene nelle prime due o tre ore di sonno. La durata degli episodi non supera quasi mai i cinque minuti e nella maggior parte dei casi non si arriva ad alzarsi dal letto ma si rimane seduti a parlare o a fare test io suoni incomprensibili.

Talvolta nel sonnambulismo bambini hanno occhi aperti e possono sembrare svegli, ma non lo sono e ribadiamo che non bisogna mai svegliarli.

In caso in cui il bambino si alzi probabilmente far√† solo gesti ripetitivi come accendere la luce, vestirsi e svestirsi, il tutto continuando a dormire e tornando a letto autonomamente dopo l’episodio.

Possibili cause

Non esiste una causa certa nei bambini anche se tecnicamente potrebbe esserci una ipereccitabilità della corteccia cerebrale che fa sì che chi ne soffre non entri nel sonno profondo e ma mantenga attiva la fase di veglia.

Il sonnambulismo bambini potrebbe essere dovuto ad una predisposizione genetica o a stress improvvisi, eventi traumatici, fattori medici latenti o visibili come febbre alta.

Solitamente non è necessario intervenire a meno che non si scopra pericoloso per chi ne soffre o per le persone vicine.

Sonnambulismo bambini e adulti: quando chiedere l’aiuto medico

Quando il sonnambulismo nei bambini o negli adulti è accompagnato da atteggiamenti aggressivi o dannosi per se stessi o per gli altri è o opportuno ascoltare un parere medico.

Anche se gli episodi sono troppo frequenti o se si presentano pi√Ļ volte nell’arco di una notte √® meglio consultare il pediatra.

Anche se gli episodi di sonnambulismo bambini o adulti non compare solamente nelle prime 2 o 3 ore di sonno ma anche prima e dopo è meglio consultare il proprio medico di base.

Stessa raccomandazione vale se durante gli episodi si dovessero compiere azioni pericolose come prendere le scale, o aprire la porta dii casa e se si dovessero presentare anche altri disturbi.

Ansia o disturbi respiratori o crisi che sembrano epilettiche, è urgente fare degli accertamenti con il proprio medico curante.

Poi a seconda del risultato degli esami si proceder√≤ con dei trattamenti indicati come il risveglio notturno programmato dii cui abbiamo parlato prima, oppure nei casi di sonnambulismo bambini o adulti pi√Ļ gravi si proceder√† con dei trattamenti farmacologici.

Conclusioni

In questo articolo abbiamo parlato di cause e rimedi e pi√Ļ in generale dei disturbi che questo problema pu√≤ provocare sia negli adulti che nei bambini.Di norma √® sufficiente seguire alcune regole base per non avere problemi, come quella di non svegliare chi soffre dii sonnambulismo durante i suoi attacchi.

Questo comportamento infatti procurerebbe loro solo molta ansia, confusione e magari anche aggressività mentre la cosa migliore è non svegliare chi soffre di sonnambulismo bambini o adulti che siano e invece riportarli dolcemente al letto.

Episodi¬† nei bambini, ma anche negli adulti potrebbero significare che la quantit√† e la qualit√† del sonno non sono sufficienti, alcuni rimedi possono essere di adottare uno stile di vita pi√Ļ sano, dormire correttamente, scegliere una stanza fresca, non utilizzare troppe luci, non utilizzare computer o TV la sera e anche tenere sotto controllo l’alimentazione evitando cibi o cene troppo pesanti o eccessivamente saporiti e speziati o piccanti.

Il sonnambulismo, nel 60% dei casi si eredita dai genitori.

Questa è una delle conclusioni di uno studio canadese che sottolinea la forte ereditarietà e delle numerose camminate notturne mentre si dorme e anche della propensione a fare sogni belli oppure incubi, sorprendente no?

L’indagine canadese sul sonnambulismo nei bambini √® stata condotta su oltre 2.000 bimbi tra 1 e 13 anni.

In questo modo si √® scoperto che i bambini piccoli con entrambi i genitori che hanno sofferto da sonnambulismo bambini, hanno un’incidenza di 7 volte piu’ alta di sviluppare questo problema.

Quando invece questo studio canadese si √® concentrato sulle situazioni in cui o solo la mamma o solo il pap√† soffrivano da piccoli di sonnambulismo le le probabilit√† che anche i figli ne soffrano scendono a 3 volte di pi√Ļ rispetto alla norma.

Tra i dati principali emersi da questo studio canadese sul sonnambulismo bambini emerge che: piu’ del 60% dei bimbi figli di genitori che ne soffrivano ne soffrono a loro volta.

Quando invece √® uno solo uno dei genitori a camminare dormendo circa il 50% della prole soffre di sonnambulismo bambini. Come accennato in precedenza, sembra che si ereditino anche il tipo di sogni e i terrori notturni e sono anch’essi legati al sonnambulismo nei bambini.

Ricapitoliamo le cause e i rimedi.

Sono molti, come abbiamo detto, i rimedi sia farmacologici che non, ma se siete stati bambini sonnambuli, visto che si evidenziano rischi doppi di soffrire di terrori notturni.

Bisognerebbe prevenirlo con fin da piccoli un’igiene del sonno consolidata e anche assicuandosi che i bambini non arrivino a letto eccessivamente stanchi, o siano troppo stressati e iniziare a istituire rituali rassicuranti e abitudinari prima d andare a letto.

Soprattutto parlate con loro, spiegategli la situazione e rassicurateli del fatto che non permetterete che succeda nulla di male, ovviamente prendendo le dovute precauzioni e creando per loro un ambiente sano e confortevole.

In questo modo vedrete che gli episodi inizieranno a diminuire, per poi diventare sempre pi√Ļ radi fino a scomparire del tutto.

Ovviamente il consiglio è di cercare di attuare tutte le tecniche e gli istratagemmi consigliati ma di risolgersi a uno specialista se la situazione non dovesse migliorare.

 

Segui il nostro blog, oppure i nostri canali social!

Summary
Sonnambulismo, come riconoscerlo in 10 punti essenziali
Article Name
Sonnambulismo, come riconoscerlo in 10 punti essenziali
Description
Sonnambulismo. Questo disturbo del sonno fa parte dei disturbi che si verificano nella fase non REM.
Author
Publisher Name
Sonny Sleep
Publisher Logo

Un integratore Alimentare a base di melatonina, camomilla, valeriana e Vitamina B6.