Sonnolenza cause: 3-2-1 via alla nostra guida

Sonnolenza cause

Sonnolenza cause. La  sonnolenza diurna è una condizione abbastanza frequente indistintamente tra gli adulti tanto quanto tra i ragazzi.

Ti è mai capitato di soffrire di sonnolenza? Stai attraversando una fase più acuta rispetto al solito? O non la vivi più come un disagio? Attenzione ai sintomi che avete, il disturbo può rivelare che aldilà della semplice stanchezza ci sono organi che non funzionano bene.

Sappiamo tutti che lo stile di vita che svolgiamo ci condiziona profondamente influendo sulle ragioni che ci conducono a soffrire di sonnolenza ma non per questo dobbiamo trascurarci. Come abbiamo appena accennato, la sonnolenza può derivare da motivazioni anche di tipo patologico di alcuni organi interni.

In linea di massima a tutti capita di sentirsi stanchi ogni tanto, si tende a dare per scontato che si tratti di momenti passeggeri,  cause benigne insomma come l’aver dormito poco o male e o nell’aver lavorato troppe ore.

Tuttavia quando la stanchezza e la sonnolenza diurna perdurano per molto tempo è necessario indagarne i motivi: la sfera sociale e la sfera lavorativa potrebbero risentirne pesantemente se non si agisce in tempo.

Sonnolenza cause: Prima regola

Sonnolenza cause. Sappiate che in ogni caso, la stanchezza inspiegabile è uno dei motivi più comuni per i quali ci si affida alle cure mediche.

cause sonnolenza

Il medico se gli parlate della vostra sonnolenza vi farà qualche domanda sul vostro stile di vita in particolare in merito a situazioni, fisiche o psicologiche, che hanno determinato cambiamenti nell’ultimo periodo.

Quali sono le cause psicologiche che inducono verso uno stato di stanchezza? Stanchezza o sonnolenza? Partiamo dalle comuni  cause fisiche della Sonnolenza cause.

Sonnolenza cause. Secondo ricerche scientifiche sono gli alti livelli di ammoniaca nel sangue a disturbare il sonno. Succede quando il fegato funziona male, ad affermarlo è uno studio italo-svizzero.

Quando pranziamo è normale avere sonnolenza, la cosiddetta sonnolenza post-prandiale l’abbiamo provata tutti almeno una volta nella vita. Proviamo a immaginare quando la sonnolenza si verifica  sul posto di lavoro e gli occhi si chiudono da soli…di chi è la colpa?

Siamo spesso tentati  ad attribuire al cibo troppo pesante il nostro stato di sonnolenza  ma ricordiamoci che anche gli alcolici possono giocare brutti scherzi. Infatti, riprendendo ciò che abbiamo scritto prima, secondo una ricerca pubblicata dalla rivista Hepatology.

L’ammoniaca che si genera quando il fegato è affaticato e non riesce a detossificare l’alcol causa la famosa sonnolenza giornaliera, accanto ad un sonno della notte di pessima qualità. Lo affermano i ricercatori dell’Università di Padova e dell’Institute of Pharmacology and Toxicology di Zurigo (Svizzera).

Cause della sonnolenza diurna, ecco cosa rivela lo studio condotto in America in merito al fegato.

Sonnolenza cause. Mentre conducevano la ricerca, sono stati scelti alcuni volontari, per l’esattezza dieci sani e dieci malati di cirrosi epatica, ai quali gli studiosi hanno offerto un cocktail di proteine capace di aumentare i livelli ematici di ammoniaca.

sonnolenza cause fegato

Sono stati messi in evidenza da parte degli studiosi durante lo studio, i profili di ammoniemia, cioè la quantità di ammoniaca nel sangue, la sonnolenza, l’elettroencefalogramma di veglia e quello di sonno. I risultati quali sono stati?

Lo studio ha rilevato è che ad elevati livelli di iperammoniemia si associano a un significativo aumento della sonnolenza sia nei volontari sani sia in quelli con cirrosi.

In seguito a questo studio l’attenzione rivolta verso i pazienti affetti da sonnolenza diurna hanno portato i medici ad attribuire al fegato un ruolo molto importante all’interno dello stato veglia-sonno. Le cause della sonnolenza si ritrovano nell’erronea modalità di funzionamento del fegato.

Ristabilire un sonno salutare è possibile se si va ad agire sul fegato, causa della sonnolenza. 

Desideri anche tu un sonno salutare? Controllare le condizioni del fegato, causa della sonnolenza è tra le prime cose da fare una volta parlato col medico. 

Sonnolenza cause. L’incapacità  di tenere sotto-controllo i livelli di ammoniaca nel sangue accanto all’innalzamento del livello è un fenomeno pericoloso perché può dare origine a disturbi neurologici e psichiatrici reversibili.

Ci riferiamo all’ encefalopatia epatica, la sonnolenza  può anche essere quindi il segnale di encefalopatia. Non si scherza, quindi.

Sonnolenza cause: La sonnolenza cause cardiache

Sonnolenza cause. Sembra strano ma  tra le cause della sonnolenza abbiamo quelle di tipo cardiaco. Come mai? Il cuore lavora male?

Presenta difficoltà nel pompare la quantità di sangue necessaria? Malissimo! Questo significa che si ha:

  • poco ossigeno negli altri organi come il cervello, polmoni, intestino, reni e i muscoli

sonnolenza cause fegato 1

Se la sonnolenza è quindi accompagnata da altri sintomi come  fiato corto, dispnea, stanchezza e affanno ci troviamo difronte ad una chiara sofferenza cardiaca. Tra gli altri potenziali sintomi dello scompenso cardiaco ci sono:

  • la alterata frequenza di minzione,
  • la perdita di appetito,
  • la nausea
  • e il rapido aumento di peso (per accumulo di liquidi).

Ciò che rende particolarmente grave la sonnolenza quando si parla di cause cardiache è che se il disturbo del sonno può essere gestito e controllato,  lo scompenso cardiaco penalizza il soggetto a vita. Soffrire quindi di sonnolenza a seguito di una causa cardiaca può segnalare la possibilità di essere affetti da una malattia cronica.

Sonnolenza cause: Quali sono i segnali che permettono di riconoscere i principali sintomi di una sonnolenza legata a cause cardiache?

Se prima di soffrire di sonnolenza vi sentite affaticati o provate la sensazione di “fame d’aria” interpretandoli come normali segni dell’invecchiamento, siate più attenti. Sicuramente i sintomi dello scompenso cardiaco sono più palesi ma le prime avvisaglie sono sempre portatrici di dettagli importanti.

sonnolenza cause cardiache

Lo scompenso cardiaco si verifica a causa dell’incapacità del cuore di pompare quantità adeguate di sangue e di irrorare così gli organi (come i reni e il cervello) . Attenti se accanto alla fame d’aria e alla sonnolenza si  verificano i seguenti sintomi:

  • Affanno
  • Gonfiore a livello di piedi e gambe
  • Carenza di energia e spossatezza
  • Sonno disturbato a causa di problemi di respirazione
  • Gonfiore o dolore addominale, perdita di appetito
  • Tosse con espettorato “schiumoso” o catarro
  • Aumento della minzione notturna
  • Confusione
  • Perdite di memoria

La sonnolenza cause cardiache: fattori di rischio

Occorre dirlo, ci sono alcuni soggetti che mostrano una maggiore predisposizione allo sviluppo di scompenso cardiaco. Esistono  fattori di rischio noti, conoscerli e consultare un medico è sempre un’ottima scelta.

I fattori di rischio associati allo scompenso cardiaco comprendono:

  • Pressione sanguigna alta (ipertensione)
  • Attacco di cuore (infarto del miocardio)
  • Anomalie delle valvole cardiache
  • Ingrossamento del cuore (cardiomiopatia)
  • Anamnesi familiare di cardiopatia
  • Diabete

Possibile che chi soffre di sonnolenza cause debba preoccuparsi di cuore e fegato sin dal primo momento del disturbo? Le cause della sonnolenza sono imprevedibili, per questo occorre monitorare il proprio stato di salute, magari investendo maggiore attenzione su quelle che sono state le patologie dei nostri genitori.

Dal semplice attacco di sonno durante le ore del giorno al desiderio di dormire improvviso in situazioni impensabili e inappropriate, soffrire di sonnolenza richiede attenzione da parte di chi ne soffre.

Sonnolenza cause: Quindi ricapitolando cosa possiamo aggiungere in merito alla sonnolenza e cause cardiache?

La sonnolenza causata ed accompagnata da insufficienza cardiaca è una condizione in cui il cuore risulta incapace di pompare sangue o di riempirsi ad una velocità adeguata alle esigenze metaboliche dei tessuti. Questo significa che:

  • un accumulo di sangue a monte del ventricolo, con congestione di vene ed organi ed accumulo di liquido (edema), soprattutto a livello dei polmoni in caso di insufficienza cardiaca sinistra, o del fegato (epatomegalia) e degli arti inferiori in caso di insufficienza cardiaca destra;
  •  una diminuzione del flusso di sangue arterioso dal cuore ai tessuti (ipoperfusione)

L’insufficienza cardiaca si verifica quando il muscolo cardiaco è  danneggiano, sovraccaricano o ne riducono l’efficienza. Nella maggior parte dei casi si tratta di un processo cronico accompagnato da ipertensione. Da non sottovalutare i casi di insufficienza cardiaca causati da:

  • disfunzioni delle valvole del cuore,
  • da aritmie,
  • da abuso di alcool prolungato,
  • da forti anemie,
  • da trombosi od aterosclerosi con stenosi aortica.

Quanti di voi hanno mai pensato al collegamento tra sonnolenza e cause cardiache? Bene, da oggi monitorare la causa della sonnolenza sarà più semplice persino quando avrete la mancanza di fiato(dispnea), potrete chiedervi se è normale amministrazione, poco allenamento per il vostro corpo o altro.

Quando avvertite affaticabilità, gonfiore alle caviglie (edema periferico) fiato corto, sappiate che è necessario porre attenzione alla frequenza con cui vi arrivano questi disagi e una volta certi che non si tratti di qualcosa di passeggero, rivolgersi al medico e chiedergli delle analisi legate al cuore è una mossa vincente, soprattutto perchè a a scopo cautelativo.

Nessuno ovviamente si augura che la sonnolenza sia determinata da cause cardiache ma come si dice :”meglio sapere che non sapere!”

Ci troviamo di fronte una situazione grave? Ecco come agire, chi soffre di insufficienza cardiaca deve:

  • riposare,
  • adottare una dieta povera di sale
  • assumere farmaci che possono supportare o regolarizzare l’attività del cuore e favorire lo smaltimento degli edemi e la riduzione della pressione arteriosa (es. diuretici ed ACE-inibitori).

La sonnolenza diurna, conduce a chiudere gli occhi in modo frequente durante la giornata, questo potrebbe rappresentare una discriminante. Soffri di problemi cardiovascolari? Sei affetto da apnee ostruttive nel sonno (Osas)? Sappi che la sindrome interessa dal 2 al 6 per cento della popolazione adulta, secondo quanto scoperto una ricerca apparsa su American Journal of Respiratory and Critical Care Medicine.

Sonnolenza cause: le altre ricerche americane

Lo studio è stato coordinato da Diego R. Mazzotti, dell’Università della Pennsylvania. Gli scienziati hanno diviso oltre 1200 partecipanti alla ricerca in base a specifiche caratteristiche, raggruppando cioè sottotipi diversi di pazienti in base ai sintomi predominanti.

Presi come campione soggetti con Osas da moderata a grave, sono stati successivamente ripartiti in quattro gruppi:

  1. si è partiti da chi aveva solo il sonno disturbato
  2. per giungere agli eccessivamente sonnolenti di giorno,
  3. passando per chi aveva pochi sintomi diurni
  4. e chi risultava moderatamente sonnolento

I pazienti, raccolti all’interno dello Sleep Heart Health Study, avevano 40 o più anni e sottoesame per un periodo di tempo inferiore a 12 anni. Chi corre i rischi maggiori secondo la ricerca, sono i soggetti che si “appisolano” continuamente di giorno: i dati raccolti mettono in evidenza che hanno un rischio superiore alla media di essere soggetti a problemi cardiaci andando incontro a gravi interventi cardiovascolari.

Parliamo di  infarto, ictus, morte per malattia cardiaca o scompenso. Non c’è solo chi russa perchè soffre di Osas ovvero Obstructive Sleep Apnea Syndrome  che risulta però interrotto da pause respiratorie (apnee), ma anche chi soffre di una eccessiva sonnolenza che si presenta puntualmente anche di giorno a cui si possono associare risvegli con sensazione di soffocamento, sonno “frammentato” e non ristoratore.

Sonnolenza cause

La sonnolenza cause sembra apparentemente interessare  soprattutto i maschi mentre le donne ne sono colpite soprattutto dopo la menopausa. In questo contesto e’ fondamentale il controllo del peso visto che l’obesità rappresenta il più importante e noto fattore di rischio per sviluppare apnee ostruttive nel sonno che possono portare sonnolenza!

Sonnolenza cause. Restringimento accanto alla chiusura parziale delle vie aeree superiori mentre si dorme costituiscono i fattori determinanti dell’Osas, possono però essere dovuti anche ad alterazioni anatomiche.

Per esempio alterazioni nella conformazione cranio-facciale.

Ricordiamo sempre che chi ha carenze di ossigeno corre il rischio di andare incontro a problemi cardiovascolari, primo tra tutti l’ipertensione. Lo confermano i risultati ottenuti grazie alle registrazioni rilevate attraverso una specie di “elettroencefalogramma del sonno”, chiamato polisonnografia.

Chi soffre di questo disturbo, inevitabilmente soffrirà anche di ipertensione arteriosa, aritmia cardiaca, scompenso cardiaco, ipoventilazione polmonare. Purtroppo, i soggetti affetti da Osas, quindi affetti da apnee notturne, non raggiungono mai il sonno profondo. L’Osas è tra le cause della sonnolenza!

Lo sappiamo adesso che le persone che soffrono di problemi cardiaci non riposano bene! Quando il riposo non è abbastanza le conseguenze sono diverse. Continue notti di sonno disturbato possono far sentire:

  • Spenti, fiacchi, senza energie
  • Incapaci di concentrarsi
  • Lunatici e irritabili

La sonnolenza può anche semplicemente indicare la mancanza di riposo. Non allarmatevi subito, quindi! E’ vero che la sonnolenza cause effetti notevoli su molti aspetti della nostra vita, dall’interferire con la nostra capacità di lavorare, ad abbassare i livelli del nostro sistema immunitario e renderci sempre più vulnerabili fino alla depressione, ma è importante essere equilibrati.

Sonnolenza cause cardiovascolari: Come mai lo scompenso cardiaco ostacola una buona notte di sonno e cosa si può fare per ottenere il riposo di cui abbiamo bisogno?

Sonnolenza cause. In una certa misura questa dinamica è fortemente collegata alla sonnolenza e alle cause dello scompenso cardiaco sul corpo: dal momento che il cuore non pompa il sangue in modo efficiente intorno al corpo, si potrebbe verificare un addensarsi di liquidi nel corpo, sopratutto nei polmoni.

Quando vai a dormire, il fluido gradualmente si sposta e si deposita nel corpo, fino a premere sui polmoni, li congestiona (immagina di spostare una bottiglia con del liquido all’interno da una posizione verticale a una orizzontale). Questo  rende difficile la respirazione e quindi causare frequenti risvegli o portare a rigirarsi nel letto in un sonno superficiale.

Soffri di vari disturbi tra cui l’insonnia? Parlane con il tuo medico. Hai un letto regolabile? Se la risposta è affermativa, cerca di innalzare l’estremità dal lato della testa del letto.

In alternativa, puoi sostenere la testa con cuscini aggiuntivi o un cuscino a cuneo di schiuma, o persino sollevare l’estremità della testa del letto con l’ausilio di supporti ben saldi sotto le gambe del letto. Questo contribuisce positivamente alleviando la pressione del fluido sui polmoni e dovrebbe facilitare la respirazione.

Scopri altre info sul nostro blog o sui nostri canali social

Summary
Sonnolenza cause: 3-2-1 via alla nostra guida
Article Name
Sonnolenza cause: 3-2-1 via alla nostra guida
Description
sonnolenza cause. La sonnolenza diurna è una condizione abbastanza frequente indistintamente tra gli adulti tanto quanto tra i ragazzi.
Author
Publisher Name
Sonny sleep
Publisher Logo

Un integratore Alimentare a base di melatonina, camomilla, valeriana e Vitamina B6.