Sonnolenza in gravidanza maschio o femmina: 1 stato da non sottovalutare

sonnolenza in gravidanza maschio o femmina

Aspettate un bambino e vi sentite spesso stanche come se foste colpite da una forte sonnolenza in gravidanza maschio o femmina? E’ normale! In gravidanza la futura mamma avvertirà sempre sonnolenza. Il bisogno impellente di dormire è uno dei sintomi di inizio gestazione.

Avvertire sonnolenza in gravidanza maschio o femmina che sia non è affatto correlata al sesso del futuro bambino come molte dicerie popolari affermano. Oggi daremo una risposta proprio alla seguente domanda legata al perchè la sonnolenza arriva durante la gravidanza.

La sonnolenza arriva soprattutto nel primo trimestre di gravidanza in seguito all’aumentato livello di progesterone. Questo perché l’ormone steroideo si alza rapidamente: tra i fattori scatenanti la sonnolenza è il più evidente.

La sonnolenza in gravidanza maschio o femmina,  arriva all’improvviso e vuole essere assecondata: soprattutto durante la gravidanza  il riposo notturno non è sempre dei migliori, è bene recuperare durante il giorno. Come sappiamo, il corpo subisce le conseguenze dei cambiamenti ormonali, aumentando così la sonnolenza diurna. Il fisico delle donne gravide si modifica e il sonno ne risente.

Si avverte la voglia di sonnellini giornalieri nel primo trimestre di gravidanza  determinato dall’aumento del progesterone (prodotto nel ciclo dalle ghiandole surrenali e dal corpo luteo e in gravidanza anche dalla placenta),oltre all’attivazione della tiroide.

La sonnolenza in gravidanza maschio o femmina è determinata anche dall’affaticamento del cuore che lavora di più, si verifica un aumento della vasodilatazione, il calo pressorio, la riduzione del glucosio nel sangue.

La sonnolenza in gravidanza maschio o femmina e gli strani sintomi delle prime settimane

Oltre alla sonnolenza in gravidanza maschio o femmina, è frequente nella donna durante i mesi di attesa riconoscere di essere incinta grazie a tali segnali:

sonnolenza in gravidanza

  • seno gonfio e dolente,
  • odorato sensibilissimo,
  • nausea,
  • frequente bisogno di urinare, per la pressione dell’utero sulla vescica,
  • sonnolenza quotidiana e improvvisa.

La sonnolenza fa la sua comparsa già nelle prime due settimane e può durare fino all’ultimo trimestre. Ecco come comportarsi:

  • Evita se puoi in questo periodo di tempo di  assumere farmaci o bere eccitanti come te e caffè per recuperare le forze e diminuire la sonnolenza in gravidanza maschio o femmina, solo tisane alle erbe!
  • Dormi il giusto,
  • Bevi molto al mattino, non di sera, in modo che la necessità di urinare non ti faccia svegliare di notte.
  • Non cedere ad ansie e stress; il tuo stato necessita di serenità fino al parto.

Perchè il sonno e la sonnolenza sono tanto importanti?

Il sonno o la sonnolenza in gravidanza maschio o femmina non sono un sintomo che rivela di che sesso nascerà il bambino ma aiuta sia le mamme che i bambini ad entrare in contatto con il corpo. Questo significa che se la mamma e il bambino si rilassano già dalle prime settimane, la gravidanza sarà migliore perchè si sarà creata armonia ed equilibrio. Sappiamo tutti infatti quanto sia importante e stretto il rapporto madre figlio.

sonnolenza in gravidanza 1

Molte donne praticano lo yoga e i relativi specifici esercizi di rilassamento: lo yoga è molto valido sia per distendere la mente che le fibre muscolari e in più è di supporto per le future mamme insegnando a migliorare la respirazione semplificando la gestione del parto.

La sonnolenza in gravidanza maschio o femmina si modifica nel corso dei trimestri  la donna potrebbe vivere momenti in cui  dormire sembra essere l’unica soluzione. Tuttavia la donna potrebbe attraversare momenti in cui invece è impensabile dormire. Non è un caso che la gravidanza rappresenti un periodo molto delicato per gli equilibri del sonno. E’ importante capire pere bene come questa influirà mese dopo mese sulla tua capacità di riposare.

Sonnolenza in gravidanza: primo trimestre

I livelli di progesterone che si innalzano nel primo trimestre molto spesso portano ad una forte sonnolenza in gravidanza maschio o femmina che sia, che dura per tutto il periodo. E’ necessario fare pisolini ogni volta che il corpo lo richiede.

sonnolenza gravidanza

La sonnolenza in gravidanza maschio o femmina  nel primo trimestre potrebbe anche essere ostacolato dal gonfiore al seno, che ti rende difficile trovare una posizione comoda, e dalla continua necessità di andare in bagno per eliminare i liquidi in eccesso a causa della crescita dell’utero. Tra le posizioni indicate per dormire, in questo periodo puoi provare a metterti a pancia in giù.  Fallo finché per te è comodo senza paure nei confronti del tuo bambino.

Sonnolenza in gravidanza maschio o femmina: secondo trimestre

Il secondo trimestre è il momento migliore di tutta la gravidanza, la sonnolenza in gravidanza maschio o femmina migliora rispetto al primo trimestre. Il  corpo avrà assimilato velocemente quei cambiamenti ormonali e non dovrai ancora sostenere la fatica di una grande pancia.

gravidanza sonnolenza

Gli ormoni fanno il loro lavoro, continuano ad aumentare anche nel secondo trimestre lentamente e questo ti farà ritrovare nuova energia ma anche la capacità di riposare meglio. Questo periodo, questo mese, questo arco temporale è anche il momento ideale per amarti di più: pratica dell’attività fisica se riesci.

Sonno in gravidanza: terzo trimestre

Il terzo trimestre potrebbe essere il più difficile in termini di qualità del sonno in gravidanza maschio o femmina. Solitamente le donne in questo periodo dormono profondamente per periodi più brevi e si svegliano più spesso durante la notte.

La causa è determinata dalle dimensioni della pancia che impediscono di trovare una posizione comoda. La posizione migliore è sempre sul lato sinistro. Usa un cuscino tra la gambe e uno dietro la schiena per avere un miglior sostegno.

Resterà abbastanza forte la necessità di fare pipì anche più di una volta per notte. Ovviamente, cerca di limitare il livello di liquidi assunti la sera ma fai attenzione a non disidratarti, che è una delle peggiori situazioni da vivere in questo periodo preciso della gravidanza.

Sonnolenza in gravidanza: credenze popolari

Il legame tra sonnolenza in gravidanza maschio o femmina e sesso del nascituro non è attendibile, si tratta  spesso di dicerie e credenze popolari tutto ciò che non è scientificamente provato. Deve essere chiaro che  la sonnolenza in gravidanza maschio o femmina, è dovuta al cambiamento ormonale della mamma e ad altri fattori clinici, indipendentemente dal sesso del bambino.

Ad alimentare tali credenze sono proprio i genitori, ansiosi di conoscere il sesso del nascituro (soprattutto le mamme, emozionate, impreparate all’arrivo di questa notizia), che in alcuni casi si sottopongono, quasi per gioco a strani rituali tipici delle credenze popolari. Potrebbe capitare infatti che si voglia  indovinare il sesso del bambino attraverso l’uso del  pendolino. Se il pendolo si muove in modo circolare, si tratta di una femmina, se dondola avanti e indietro è un maschio.

Sonnolenza, gravidanza e forma del pancione

Un’altra credenza popolare deduce il sesso del nascituro dalla forma della pancia della mamma:

  • Se è a punta bassa è un maschietto
  • Se è più alta e più allargata sull’addome, è una femmina.

Ovviamente un ginecologo spiegherebbe il perché di questa differenza parlando di:

  • diverso tono muscolare addominale,
  • posizione del feto,
  • conformazione del corpo
  • e peso della mamma.

Sonnolenza in gravidanza maschio o femmina, e voi l’avete fatta la prova delle forbici e del coltello? C’è chi sperimenta. Come? Così! Prendete due sedie e sotto il cuscino di ognuna mettete un paio di forbici, sotto l’altro un coltello. Quando la mamma, sceglie dove sedersi, sceglie implicitamente il sesso del figlio, infatti se si siede sulla sedia con le forbici, è in attesa di una femmina, se sceglie quella con il coltello avrà un maschio.

Sonnolenza, gravidanza e astrologia: esperimenti vari.

Si può scegliere il sesso del bambino grazie all’astrologia? O per mezzo del calendario lunare cinese? C’è chi abbina l’ età della madre e il mese di concepimento…

Un’altra opzione è quella di  mescolare le urine della mamma con un po’ di disgorgante peri famosi scarichi idraulici. La credenza si poggia sulla diceria secondo la quale se le urine diventano verdi,  il nascituro è maschio.

Parliamo della pelle: se il viso della mamma sta subendo molti cambiamenti ormonali con acne, brufoli e macchie, si pensa che stia per arrivare una femmina.

Il colore dei capezzoli: questo è ciò che gli anziani tramandano,  se in gravidanza i capezzoli diventano scuri, si sta aspettando un bambino. Se restano dello stesso colore, si sta aspettando una bambina.

Viso: Ci sono nonne che si divertono ad indovinare il sesso del nascituro dalla forma del viso della mamma. Se la mamma indossa un volto tondo e paffuto allora aspetta una femmina, se invece non notano cambiamenti, predicono la nascita di un maschio.

La voglia di mangiare cibi salati e cibi dolci: E’ un metodo famoso per predire il sesso del bambino.  Voglia di cibi salati come formaggio e salumi? Bene, allora si sta aspettando una bambina; se invece la mamma desidera dolci e frutta, si sta aspettando un bimbo.

Pressione:  è la spia di diversi problemi . Alcuni ricercatori canadesi hanno rilevato il legame presente tra l’aumento della pressione sanguigna della mamma e il sesso del nascituro. Se la pressione massima è sopra i 140, il figlio nasce di sesso femminile.

Stato di salute dei capelli: Durante la gravidanza e soprattutto nell’ultimo trimestre, avrete i capelli più folti e luminosi di sempre. Se i riflessi virano sul rosso durante l’attesa, si sta aspettando il parto di una femmina.

Riassumendo le voci  popolari e tecniche scientifiche, alcuni sostengono che se il cuore del feto batte a più di 140 battiti è una femmina: in realtà fino ai 7 mesi e mezzo di gravidanza ambedue i cuori dei neonati battono più velocemente del normale.

Sonnolenza e gravidanza maschio o femmina: di che sesso nascerà?

Secondo alcuni ricercatori le donne affette manifestazioni di nausea serie, chiamata iperemesi gravidica, hanno più possibilità di partorire una femmina. Questa possibilità è data dall’ l’alto livello di gonadotropina corionica, dell’ormone hCG (la gonadotropina corionica), che tende a salire con un feto di sesso femminile.

In ogni caso voliamo bassi, perchè è difficile non soffrire di nausea in gravidanza, anche se il feto è un maschietto, e quindi anche questa teoria non dà sicurezza.

Senza affidarsi ai detti popolari e alle credenze ma alla scienza, per conoscere il sesso di un bambino occorre semplicemente un’ecografia. Esistono esami come un’amniocentesi o una villocentesi, sebbene il primo esame strumentale è sempre l’ecografia, indolore, non invasiva, dalle immagini chiare e precise grazie allo schermo e alla tecnologia.

Soprattutto si tratta di un esame sicuro che non comporta nessun rischio né per il feto, né per la mamma. Il sesso è reperibile esclusivamente solo oltre la diciottesima settimana di attesa. Solo in quel momento sono visibili le differenze degli organi genitali.

Sonnolenza in gravidanza maschio o femmina: i disturbi del sonno della mamma

Ricordiamo che prima del parto il corpo cambia ed è assolutamente normale avvertire  quella fastidiosissima sonnolenza in gravidanza maschio o femmina . I dati affermano che sono circa il  50% delle donne a riscontrare i disturbi del sonno come:

  • sonnolenza in gravidanza maschio o femmina, per le dimensioni dell’addome,
  • insonnia causata dal  mutamento ormonale, 
  • insonnia per l’ansia di essere incinta
  • insonnia per la paura del parto.

Sono tanti anche i fattori che portano all’insonnia:

  • nausea,
  • vomito,
  • aumento della frequenza cardiaca,
  • aumento della temperatura corporea,
  • bisogno di urinare frequente,
  • crampi alle gambe,
  • mal di schiena.
  •  apnea ostruttiva del sonno,
  • sindrome delle gambe senza riposo,
  • reflusso gastroesofageo
  • ipertensione
  • congestione nasale
  • rischio di preeclampsia
  • maldischiena
  • stitichezza

Se si russa in gravidanza, significa che potremmo soffrire di ipertensione, per il peso maggiore e per la congestione nasale. Sappiamo tutti quanto sia importante per mamma e bambino dormire sonni rilassanti e in pace col mondo. E’ estremamente recuperare il sonno perchè le notti insonni hanno ripercussioni negative sulla memoria, sull’appetito, sull’umore, e portano stanchezza.

Ciò significa che la sonnolenza in gravidanza maschio o e femmina è salvifica nonostante i disagi che può creare, induce infatti la donna a  non strapazzarsi troppo prendendosi maggiormente cura di se stessa.

Ricordiamo proprio in virtù di quanto riportato che le mamme che in gravidanza dormono poco. Oppure al contrario dormono troppo. Di conseguenza capita che spesso abbiano problemi di ipertensione, problemi di preeclampsia con parto prematuro, cesareo, depressione e anche danni al cuore.

Non è finita qui, perchè se la sonnolenza in gravidanza maschio o femmina non è ben gestita potrebbe aggravare i problemi della donna a discapito dei reni! E’ importante la postura che si assume quando si va a dormire. E’ consigliata infatti alla donna di dormire a sinistra perchè in questo modo il sangue fluirà meglio nella placenta e i reni elimineranno meglio le scorie, con conseguente minore gonfiore a mani e piedi.

Attenzione quindi alla schiena! Dormire sulla schiena ti darà anche dolore e ti farà pressione sull’intestino, causando stitichezza.

Sonnolenza in gravidanza maschio o femmina: i rimedi

In caso di sonnolenza in gravidanza maschio o femmina  non dovete:

  1.  Assumere farmaci o prodotti per aumentare il vigore della donna.
  2. Non  abusare di bevande contenenti caffeina e teina sperando di far passare la crisi di sonno.

In caso di sonnolenza dovete:

  1.  brevi riposini diurni,
  2. ridurre gli impegni e sano relax
  • Fare piccoli “riposini” durante la giornata. Questo può andare incontro alle carenze di sonno notturno e aiutare nel caso di sonnolenza improvvisa. Riposatevi per 10-15 minuti. Evitare di fare lunghe dormite di giorno per non ritrovarsi la notte con insonnia o difficoltà a prendere sonno all’orario corretto.
  • Prendere le cose con la debita leggerezza: Evitate ogni potenziale problema
  • Chiedete aiuto a una persona fidata: Una nonna, una suocera, un’amica, una vicina di casa,  una persona di fiducia insomma.

Scopri altre info sul nostro blog o sui nostri canali social

Summary
Sonnolenza in gravidanza maschio o femmina: 1 stato da non sottovalutare
Article Name
Sonnolenza in gravidanza maschio o femmina: 1 stato da non sottovalutare
Description
Aspettate un bambino e vi sentite spesso stanche come se foste colpite da una forte sonnolenza in gravidanza maschio o femmina?
Author
Publisher Name
Sonny sleep
Publisher Logo

Un integratore Alimentare a base di melatonina, camomilla, valeriana e Vitamina B6.