Tecniche per dormire: conosciamone 8

tecniche per dormire

Una di queste 8 tecniche per dormire ti farà crollare in un sonno profondo Hai passato nuovamente una nottataccia? Ti giravi e rigiravi nel letto senza prendere sonno? Se ti trovi in questa situazione ho io la soluzione apposta per te.

Anzi ho il segreto: 8 tecniche per dormire. Niente pozioni magiche, sonniferi e roba strana. Nemmeno posizioni di cuscino, testa e piedi. Si tratta semplicemente di dover seguire delle tecniche di rilassamento per dormire meglio.

Prima di avere alla soluzione dobbiamo affrontare il problema. Un pò come si faceva a scuola con gli esercizi matematici. Si parte dal principio che è il non riuscire a dormire bene. Si analizzano i dati, cioè si studia come funziona il sonno e quali possono essere le cause della tua insonnia. Si sviluppa la soluzione, cioè i rimedi e le tecniche per dormire.

Prendi carta e penna e iniziamo a fare i calcoli.

Vediamo di cosa parleremo oggi:

  • Quante ore dobbiamo dormire? Dai nostri nonni una delle tecniche per dormire profondamente
  • Com’è fatto il sonno?
  • Quali sono i principali disturbi del sonno?
  • Soluzioni e tecniche per dormire comuni
  • Le nuove strategie: 8 tecniche per dormire

Quante ore dobbiamo dormire? Dai nostri nonni una delle tecniche per dormire profondamente

Ti ho detto che dobbiamo affrontare l’argomento come un problema matematico. La matematica si basa sui numeri e quindi ecco che te ne dico alcuni. In media, una persona può dire di aver riposato bene, se ha dormito almeno 7-8 ore.

tecniche per dormire insonnia

Questi valori cambiano per ogni soggetto e soprattutto per fascia di età. Una persona anziana dorme appena 4 o 5 ore a notte. Ma come fa a reggere l’intera giornata successiva? I nostri nonni hanno la migliore delle tecniche per dormire: i riposini durante tutta la giornata.

Pochi minuti di sonnellini distribuiti durante l’arco della giornata. Loro non lo sanno che queste tecniche per dormire profondamente anche meno ore a notte, si chiama sonno polifasico.

Come i nonni anche i bambini che, invece, riescono a dormire anche 12 ore a notte. Di certo i piccoli non hanno alcun bisogno di tecniche per dormire e insonnia combattere. Le loro nottate scorrono tranquillamente in maniera tutta naturale. I bambini mentre dormono mantengono le funzioni metaboliche molto più attive e sviluppano gli ormoni della crescita.

Com’è fatto il sonno?

Dobbiamo quindi riuscire a raggiungere un sonno profondo. Ma non possiamo conoscere le tecniche per dormire se prima non abbia idea di com’è fatto il sonno.

tecniche per dormire profondamente

Il sonno funziona a cicli. Mentre noi dormiamo, in realtà si attiva un meccanismo che vede l’alternarsi delle fasi del sonno. Sono 5 fasi, una di seguito all’altra, che nel totale durano 90 minuti. Se dobbiamo riuscire a dormire 7-8 ore a notte, dobbiamo completare almeno 5 fasi.

Per ogni fase il nostro organismo subisce delle modifiche alla frequenza del battito cardiaco, al livello della temperatura corporea e anche alla tensione muscolare.

Le prime 4 fasi sono dette non rem, mentre l’ultima è detta rem, dall’acronimo rapid eyes moviment.

Analizziamole in breve.

fase 1 – addormentamento. In questa fase stiamo preparando il corpo e la mente a dormire. Tutto il nostro organismo inizia a rilassarsi per passare dalla fase di veglia a quella di sonno.

fase 2 – sonno leggero. Ci siamo addormentati e pian piano la frequenza del battito cardiaco e la temperatura corporea tendono a dormire. Non siamo proprio crollati perché al primo rumore spalanchiamo gli occhi. Siamo come sospesi in aria, anzi qualche volta ci sembra di sprofondare nel vuoto improvvisamente.

fase 3 e 4 – sonno profondo e sonno pesante. Sono due fasi quasi simili, l’una legata all’altra. In queste due situazioni siamo proprio crollati, quasi ad annullarci dal mondo esterno. Se dovessimo svegliarci in uno di questi momenti, potremmo fare anche fatica a capire dove ci troviamo.

fase 5 – sonno rem. Avrai letto da qualsiasi parte e almeno una volta nella vita, che si sogna solo nella fase rem. Dici di non fare sogni? In realtà sogniamo ogni notte, solo che alcune volte non ci ricordiamo cosa. Magari il tuo umore al mattino può farti capire se hai fatto un sogno bello. In questa fase la frequenza del battito cardiaco e la temperatura corporea riprendono a salire. Inoltre prende questo nome perché durante la fase rem le pupille degli occhi si muovono rapidamente, da destra a sinistra.

Quali sono i principali disturbi del sonno?

Il principale disturbo del sonno è l’insonnia di cui soffre gran parte della popolazione. Le persone hanno cercato delle tecniche per dormire e insonnia combattere, ma in realtà bisogna capire quali sono le cause.

tecniche di rilassamento per dormire 1

Si soffre di insonnia per motivi psicologici, fisici o legati allo stile di vita.

Sbagliamo se ci portiamo a letto lo stress. I medici del sonno consigliano come tecniche per dormire profondamente di mettere in pausa le preoccupazioni familiari o lavorative. Ma alcune volte queste sono più grandi di noi, come la morte di una persona cara o la fine di una relazione.

I problemi fisici riguardano patologie come diabete, anemia o perfino celiachia. In altri casi riguarda la difficoltà di respirare bene durante la notte. Magari perché si ha il setto nasale deviato o perché si soffre di tonsille e adenoidi gonfie. Sui problemi fisici non si può intervenire con delle tecniche di rilassamento per dormire. Se necessario, piuttosto, è meglio consultare un medico e capire come intervenire.

Per stile di vita si intende cosa mangiamo e beviamo, quando pratichiamo attività sportiva e cosa facciamo prima di andare a letto. Ti anticipo solo tre cose da non fare prima di andare a letto, come se fossero delle tecniche per dormire. Non bere caffè, non fare un’attività sportiva intensa poco prima di dormire e non usare il telefonino a letto.

Ti ho parlato finora solo dell’insonnia, ma esistono altri disturbi del sonno. Ecco quali:

  • sonnolenza diurna. Capita quando durante il giorno abbiamo sempre sonno, sbadigliamo e ci strofiniamo gli occhi con le mani. Può degenerare nella narcolessia, cioè nel trovarsi improvvisamente addormentati senza accorgersene. I soggetti narcolettici debbono consultare un medico o specialistica del sonno e trovare la migliore delle tecniche per dormire profondamente.
  • paralisi del sonno. Quando si soffre di questo disturbo si vive una sensazione di ansia e angoscia. Ti ritrovi sveglio, ma immobile nel letto senza avere la capacità di muoverti e parlare. Dura pochissimi secondi ma la sensazione di paralisi può essere devastante. Alla stessa si possono aggiungere anche le allucinazioni: vedere una persona estranea nella stanza che ci minaccia senza riuscire a difenderci. Anche in questo i medici consiglieranno delle tecniche di rilassamento per dormire, per ridurre gli stati di ansia e di depressione.
  • parasonnie. Non sono delle patologie vere e proprie, ma piuttosto delle azioni che compiamo durante il sonno senza nemmeno rendercene conto. Sono gli altri che dormono accanto a noi a dirci cosa abbiamo fatto. Tra le parasonnie più comuni si ricorda il sonnambulismo, episodi in cui si digrignano i denti o si parla nel sonno. Niente tecniche per dormire specifiche per questi tipi di disturbi, poiché non sono gravi o preoccupanti.

Soluzioni e tecniche per dormire comuni

Qualsiasi ricerca porta a delle classiche tecniche per dormire profondamente. Si tratta di semplici regole da seguire durante la giornata o poco prima di mettersi a letto.

tecniche di rilassamento per dormire

La prima delle tecniche per dormire, non ci crederai, ma inizia dal mattino. Appena ti svegli apri le finestre della tua camera in modo da creare un riciclo dell’aria. Mantiene sempre l’igiene delle lenzuola, cambiandole almeno una volta a settimana. Se riesci, almeno una volta al mese, ribalta il materasso.

Cosa devi fare durante il giorno per rispettare delle tecniche per dormire? Dovrai mangiare in modo sano, rinunciando ai grassi e agli zuccheri. Dovrai dimenticarti delle bevande zuccherate, gassate e soprattutto alcoliche. Caffè e the mai dopo le ore 18. 

Dovrai praticare attività fisica, ma non esagerare con gli sforzi. Rischi di non rilassare i muscoli mentre dormi. E cosa c’è di meglio che leggere un buon libro prima di andare a letto? Purtroppo dovrai cercare di staccarti dal mondo virtuale, perché le tecniche di rilassamento per dormire dicono di non usare dispositivi a schermo blu.

Ora, però, vorrei concludere con le più rivoluzionarie tecniche per dormire. Sono 8 e sono davvero interessanti.

Le nuove strategie: 8 tecniche per dormire

  • Corri in erboristeria e chiedi del meliloto. Si tratta di un erba naturale da mettere in infusione con l’acqua calda. A differenza delle classiche tisane, dovresti bere qualche cucchiaio durante la giornata, come migliore tecniche per dormire e insonnia combattere;
  • Dicono che una delle tecniche per dormire sia fare le bolle di sapone. Si, hai capito bene. Dovresti soffiare come un bambino. Mi sa che però come i piccoli potresti avere l’effetto contrario. Vuoi una tecnica di rilassamento per dormire efficace? Segui il metodo 4-7-8 di Andrew Weil. Ripeti per 3 volte questa sequenza: prendi l’aria con il naso per 4 secondi, trattieni il respiro per 7 secondi e butta l’aria dalla bocca in 8 secondi.
  • Per dormire bene e non soffrire di disturbi del sonno non devi tenere la porta della stanza chiusa o le serrande totalmente abbassate. Troppa luce al mattino? Usa la mascherina che ti copre gli occhi.
  • Le migliori tecniche di rilassamento per dormire sono lo stretching muscolare e la meditazione. Dovresti cercare di stendere e rilassare i muscoli prima di metterti a letto. Provare a meditare ed entrare in contatto con lo spirito della tua anima. Lo yoga aiuta a rilassarsi. Mettiti disteso a terra in posizione supina e chiudi gli occhi, divaricando gambe e braccia. Respira profondamente cercando di svuotare la mente dai pensieri. In modo simile, potresti praticare un’altra delle tecniche di rilassamento per dormire. Sempre nella stessa posizione, ma a letto, cerca di avvertire il contatto delle singole parti del corpo con le lenzuola e con il materasso.

Altre tecniche

  • Alcuni medici e psicologi del sonno ti consiglieranno come tecniche per dormire profondamente l’uso di integratori. I principali sono a base di melatonina, l’ormone del sonno. Non devono scambiarsi ai sonniferi, ma sono un buon rimedio per conciliare il sonno.
  • Questa tecniche per dormire ti stupirà. Prima di andare a dormire mettiti a colorare. Non sono solo i bambini a dedicarsi a questa attività, ma anche i grandi. I disegni più gettonati sono i mandala. Si tratta di disegni astratti dalla forma rotonda o quadrata. Richiamano l’arte orientale e il buddismo. La particolarità dei mandala è che un disegno è diviso in più sezioni piccole. Usa tutti i colori che vuoi, anche se quelli che più stimolando il sonno sono le gradazioni del viola e del blu.
  • Utilizza le erbe e le piante naturali. Lavanda, rose e incenso. La lavanda ha un effetto rilassante e basta spargere qualche goccia sul cuscino. Le rose sono dei buon antidepressivi. Potresti coccolarti con un bagno caldo, gettando qualche petalo e magari aggiungere qualche cucchiaio di miele. L’incenso è usato come elemento principale delle tecniche di rilassamento per dormire. Non a caso questo profumo inebria la maggior parte delle spa e centri benessere per aumentare il senso di relax e comfort. Anche a casa puoi replicare la tua oasi di pace, accendendo un bastoncino prima di andare a dormire e respirando profondamente.
  • Non è importante solo la qualità del materasso ma anche il modo in cui usi i cuscini. Mai addormentarti su due cuscini sotto il collo perché il mattino seguente ti sveglierai con una brutta cervicale. Soffri di mal di schiena e non riesci a riposare la notte? La posizione che assumi mentre dormi può fare la differenza. Il metodo Gokhale è tra le tecniche per dormire più consigliati per mantenere una buona postura anche mentre si dorme. Schiena dritta e bacino in dentro. Coricati sul tuo fianco preferito e stendi un braccio verso l’alto, facendolo passare sotto il cuscino. Poi, invece di mettere le gambe lungo la linea della colonna vertebrale, piegale lateralmente a 120°. Per alleviare i disturbi alle articolazioni, specie lombari, potresti mettere un cuscino in mezzo alle gambe.

Ops! Ho dimenticato la migliore e più piacevole delle tecniche per dormire profondamente. Vuoi sapere qual’è? Nessun pudore a dirtelo: fatti coccolare dal tuo partner. Addormentatevi abbracciati o tenendovi solo le mani, dopo aver finito di fare l’amore sotto le coperte.

Scopri altre info sul nostro blog o sui nostri canali social

Summary
Tecniche per dormire: conosciamone 8
Article Name
Tecniche per dormire: conosciamone 8
Description
Una di queste 8 tecniche per dormire ti farà crollare in un sonno profondo Hai passato nuovamente una nottataccia?
Author
Publisher Name
Sonny sleep
Publisher Logo

Un integratore Alimentare a base di melatonina, camomilla, valeriana e Vitamina B6.