Valeriana pastiglie: 3 benefici contro l’ansia, lo stress e l’insonnia

Valeriana pastiglie

La valeriana pastiglie deriva dalla radice di valeriana, una pianta coltivata in Asia ed Europa, utilizzata fin da tempi antichissimi. Il suo uso risale, infatti, ai tempi delle popolazioni greche e latine, da cui deriva anche il suo nome originale, ovvero: “Valeriana Officinalis”.

Si tratta di un prodotto naturale utilissimo per l’organismo, grazie ad una grande quantità di benefici che il nostro corpo ne ricava. In particolar modo, è utile per contrastare una serie di problematiche comuni a moltissime persone: stress, ansia, nervosismo, disturbi del sonno, insonnia.

Questo è possibile perché i componenti presenti all’interno della pianta agiscono su un neurotrasmettitore capace di inibire il sistema nervoso centrale, ovvero il “GABA”. Di conseguenza, lo stress e l’ansia vengono in qualche modo sedati, ed ecco perché la valeriana compresse è in grado di creare immediatamente uno stato di tranquillità emotiva che inoltre favorisce il sonno.

La valeriana compresse, così come la melatonina, la passiflora, la melissa, la camomilla, sono tutti rimedi naturali generalmente sicuri per il corpo, consigliati nei casi in cui si verificano episodi di disturbi del sonno momentanei o persistenti, anche insonnia cronica.

Può essere utilizzata anche per cercare di rilassarsi in momenti di forte stress psicologico o fisico. In commercio ne esistono di diverse tipologie e forme. Gocce, infusi, unguenti e creme, compresse e pastiglie.

Le pastiglie sono molto usate, in quanto l’azione rilassante della radice di valeriana agisce in pochissimo tempo sull’organismo. Di conseguenza può essere usata anche al bisogno, in momenti in cui ne avvertiamo la necessità, in quanto bastano pochi minuti per cominciare ad avvertire i primi effetti.

Valeriana pastiglie, in quali casi è indicata?

A tutti capita di imbattersi in momenti della vita in cui possono insorgere problematiche che dipendono dallo stress. Assumere valeriana pastiglie può essere senz’altro efficace per contrastare questi stati d’ansia e nervosismo e ritrovare un sano equilibrio psico-fisico.

pastiglie di valeriana 2

Lo stress, in effetti, è soltanto una risposta negativa che il nostro corpo produce quando è stimolato eccessivamente da situazioni esterne o interne. Capita spesso di sentirsi ansiosi o particolarmente nervosi in alcuni momenti della vita, come prima di fare un esame, di un colloquio lavorativo, di ricevere una notizia.

Ci sono diverse situazioni che tendono a coinvolgerci tanto, al punto da essere sopraffatti dalla preoccupazione.

In questi casi il corpo reagisce producendo troppa adrenalina e stimolando eccessivamente il sistema nervoso, da qui nasce lo stress. La valeriana pastiglie ha un effetto opposto, molto utile a sedare questa sensazione.

Il neurotrasmettitore “GABA” riduce notevolmente lo stress e le conseguenze che ne derivano. Assumere valeriana pastiglie può aiutare a contrastare tutta una serie di problematiche che dipendono da questi stati di agitazione.

Ad esempio emicrania, tachicardia, irritabilità, tensione muscolare, disturbi del sonno, deficit dell’attenzione, scarsa concentrazione, etc.

È importantissimo non sottovalutare mai lo stress, soprattutto quando diventa cronico, conseguentemente ad un periodo particolarmente difficile. Lo stress è mentalmente ma anche fisicamente dannoso per il corpo, a lungo andare può provocare disturbi anche cronici, in alcuni casi sfociare in vere e proprie malattie.

Concedersi un attimo di tregua e prendersi cura di se stessi è fondamentale. Quando la situazione non è ancora grave, i prodotti naturali sono validi alleati nella cura di stati d’ansia e insonnia.

Dormire bene è importante per garantire al corpo un corretto equilibrio mentale e fisico.

Valeriana pastiglie: 3 benefici sul nostro organismo

È importante sottolineare che la valeriana pastiglie produce degli specifici effetti benefici sul corpo, in correlazione a diversi disturbi.

pastiglie di valeriana 2

Innanzitutto, insonnia, ansia e problemi di stomaco, saranno i primi disagi dove potremo notare dei miglioramenti. C’è da dire che quasi tutti i problemi hanno un comune denominatore, cioè lo stress. È da questo che spesso derivano una serie di disturbi fisici ed emotivi.

Anche il dormire bene può essere compromesso dallo stress. Per non parlare dei disturbi allo stomaco. Cervello e stomaco sono strettamente collegati, ecco perché molte persone in determinati momenti particolarmente difficili della loro vita, si trovano a dover fare i conti con problematiche a livello gastrointestinale.

Le persone che somatizzano l’ansia attraverso lo stomaco sono davvero tante. Patologie come reflusso gastroesofageo, colite nervosa, crampi allo stomaco, sono davvero diffuse e spesso derivano da una condizione mentale più che una causa fisica.

Lo stesso discorso vale per i disturbi del sonno. In questo caso è bene prestare attenzione alle nostre abitudini giornaliere per essere sicuri che le nostre problematiche riguardo al dormire bene non dipendano da comportamenti scorretti.

È il caso di informarsi su ciò che può aiutare a dormire meglio, prima di intraprendere un percorso farmacologico di qualunque tipo. Dormire durante il giorno, avere orari sballati, bere tanti caffè o sostanze stimolanti poco prima di dormire può senz’altro essere controproducente.

Nel momento in cui i disturbi del sonno (che a lungo andare sfociano nell’insonnia) dipendono da un problema di stress e non di cattive abitudini, la valeriana pastiglie può essere efficace e migliorare la situazione.

Valeriana pastiglie: controindicazioni ed effetti collaterali

La valeriana pastiglie è un prodotto naturale ed è considerato generalmente sicuro per l’uomo. Tuttavia, ci sono comunque delle attenzioni da seguire nel momento in cui vogliamo cominciare ad assumere valeriana.

La prima regola da tenere a mente è che bisognerebbe evitare di assumere valeriana pastiglie nel momento in cui ci si trova in gravidanza o allattamento.

valeriana pillole

Pur essendo un prodotto biologico non dannoso, non sono stati condotti sufficienti studi scientifici per poter verificare se questa pianta può avere effetti indesiderati sui bambini e sui feti.

Di conseguenza, è bene rivolgersi al proprio medico. Essendo poi un prodotto “sedativo” che induce sonnolenza, è fondamentale non assumerlo prima di mettersi al volante o di guidare macchinari di qualunque tipo o situazioni in cui ci può essere il rischio di mettere in pericolo la nostra vita e quella di chi ci sta intorno.

Conseguentemente ad un’assunzione elevata di valeriana pastiglie, possono insorgere effetti collaterali. Ad esempio: tremori, sonnolenza eccessiva, affaticamento, stanchezza, vertigini, rallentamento del battito del cuore (brachicardia), irritabilità, emicrania.

Si tratta in ogni caso di sintomi non gravi e di lieve entità, ma è ugualmente consigliabile in questi casi rivolgersi immediatamente al proprio medico o recarsi all’ospedale più vicino per chiedere un consulto.

Un parere medico è importante anche nel momento in cui stiamo assumendo altri farmaci o integratori di qualunque genere, oltre alla valeriana pastiglie. Le interazioni potrebbero creare spiacevoli effetti negativi.

Soprattutto per chi assume alcool e droga è sconsigliato l’uso di valeriana pastiglie in quanto il mix può far aumentare gli effetti sedativi all’interno dell’organismo.

Dopo quanto tempo fa effetto la valeriana?

In genere la valeriana pastiglie fa effetto in pochissimo tempo. Seguendo anche la posologia dei foglietti illustrativi dei prodotti in commercio, si può notare che la dose consigliata andrà assunta circa una mezz’ora prima di mettersi a letto, oppure all’occorrenza in caso di bisogno.

pastiglie di valeriana

Questo perché ci vorranno soltanto pochi minuti prima di poter beneficiare degli effetti rilassanti della valeriana pastiglie. Proprio per questo è un prodotto senz’altro valido da utilizzare per forti stati d’ansia e preoccupazione momentanei, o disturbi del sonno che possono verificarsi nell’arco di un breve periodo.

Nel momento in cui vogliamo trattare l’insonnia, quindi disturbi del sonno più complessi e recidivi, allora ci vorranno circa un paio di settimane prima di poter notare dei benefici e riuscire a dormire meglio.

Nel caso in cui gli effetti positivi stentino ad arrivare, oppure si verifichi un peggioramento dei sintomi, è opportuno consultare il proprio medico e chiedere consiglio. Potrebbe essere necessario interrompere l’assunzione di valeriana.

Il parere di un esperto è importante anche nel momento in cui necessitiamo di un’assunzione ripetuta nel tempo e non soltanto al bisogno.

In genere si consiglia di non assumere valeriana pastiglie per un lungo periodo, in quanto dovrebbe far effetto in breve tempo e nel momento in cui non si riuscissero a verificare effetti positivi, può essere necessario interrompere il trattamento o assumere un prodotto diverso, più adeguato per il nostro specifico caso.

Anche per quanto riguarda la corretta posologia, i foglietti illustrativi sono in genere soltanto indicativi, il consulto di un dottore è fondamentale per essere sicuri delle giuste dosi giornaliere da assumere.

Le pastiglie di valeriana più utilizzate in commercio

La valeriana pastiglie può essere acquistata in farmacia o erboristeria. In commercio esistono tantissime marche e prodotti differenti, anche in differenti forme.

Ad esempio viene venduta in bustine per infusi, unguenti, creme, gocce, pillole e pastiglie.

Le pastiglie sono molto diffuse, in particolar modo Dispert 45 mg. Si tratta di valeriana pastiglie utili a favorire la tranquillità emotiva e a dormire bene.

La dose consigliata è di una o tre pastiglie al giorno, ma è importante consultare il proprio medico per chiedere consiglio riguardo il dosaggio più adeguato al nostro caso. Dispert è un prodotto valido che non ha registrato particolari interazioni con alimenti o specifici effetti collaterali.

In ogni caso è importante evitare di assumerlo in gravidanza e allattamento, in quanto, come già specificato, non sono state condotte ricerche sufficienti per certificare che la valeriana non produca effetti indesiderati nei bambini e nei feti.

L’azione sedativa viene inoltre amplificata nel momento in cui si stanno assumendo contemporaneamente droghe o alcool. Il mix può essere senza dubbio controproducente ma soprattutto pericoloso.

Ovviamente anche per questo prodotto è sconsigliato l’utilizzo prima di guidare o maneggiare strumenti o macchinari pericolosi. Bisogna considerare che soltanto dopo pochi minuti di attesa cominceremo a sentirci immediatamente più rilassati ma soprattutto assonnati.

Di conseguenza è necessario assumere valeriana pastiglie poco prima di addormentarsi o in momenti in cui non si richiede la nostra attenzione o lucidità.

Una volta chiesto consiglio al proprio medico sulla giusta dose da assumere all’occorrenza o giornalmente, bisogna rispettare le quantità indicate. In caso di una dose eccessiva recarsi all’ospedale più vicino o consultare un dottore.

Interazioni

È sempre importante fare molta attenzione alle interazioni con altri prodotti, sia naturali che farmacologici. Mischiare differenti componenti può provocare delle reazioni collaterali e indesiderate, talvolta pericolose.

La valeriana pastiglie è un prodotto naturale che non è considerato generalmente pericoloso, ma anzi sicuro.

Ci sono ovviamente dei casi in cui è importante verificare di poterlo assumere, soprattutto in concomitanza di altri farmaci o specifiche patologie. Ad esempio:

  • Alcool (maggiori effetti sedativi)
  • Barbiturici, oppioidi o benzodiazepine, analgesici (la conseguenza del mix con la valeriana è una depressione del sistema nervoso)
  • Antistaminici
  • Antidepressivi
  • Loperamide (l’interazione con valeriana pastiglie può provocare nervosismo, stati confusionali, delirio, disorientamento)
  • Farmaci epatotossici (unitamente alla valeriana si crea una maggiore tossicità a carico del fegato)
  • Ferro (la valeriana pastiglie può ridurre la capacità dell’organismo di assorbirlo)

Chi ha assunto valeriana pastiglie per un prolungato periodo di tempo. Inoltre, dovrebbe interrompere la dose gradualmente e non all’improvviso.

Ci sono inoltre particolari situazioni in cui è sconsigliato l’utilizzo di questa pianta. Ad esempio, se dobbiamo sottoporci ad un’operazione che richiede anestesia, in quanto gli effetti dovuti al mix potrebbero essere pericolosi. In questi casi si consiglia anzi di interrompere l’assunzione di valeriana pastiglie almeno quindici giorni prima dell’operazione.

È inoltre importante consultare il medico prima di assumere valeriana pastiglie, se soffriamo di: asma o allergie, tumori, infezioni, depressione, emicrania, psoriasi o artrite reumatoide, malattie autoimmuni, convulsioni, disturbi cardiaci, patologie psicologiche.

Altri utilizzi

Ciò che molti non sanno è che la valeriana può essere assunta anche in differenti forme, in quanto è utile anche per numerosi altri disturbi. Ad esempio, in commercio si può trovare sotto forma di polvere, creme o unguenti da applicare su distorsioni o contusioni.

Basta preparare un impacco da spalmare sulla parte interessata, o su particolari nevralgie. Dopo qualche applicazione sarà possibile notare immediatamente dei miglioramenti sulla zona.

È anche possibile risolvere problematiche della pelle come piaghe, ulcere, dermatiti o fastidiose manifestazioni cutanee. Anche in questo caso è possibile che questi disturbi siano correlati a stati di stress e agitazione che molte persone tendono a sfogare attraverso la pelle.

La valeriana è un valido alleato per contrastare questo tipo di disturbi.

C’è anche chi prepara bagni alla valeriana, acquistandola in polvere o lasciando in ammollo le radici della pianta in acqua per qualche ora. Successivamente basterà far bollire il liquido ottenuto per 30 minuti e versarlo successivamente nella vasca per immergersi al suo interno.

Segui il nostro blog, oppure visita i nostri canali social!

Summary
Valeriana pastiglie: 3 benefici contro l’ansia, lo stress e l’insonnia
Article Name
Valeriana pastiglie: 3 benefici contro l’ansia, lo stress e l’insonnia
Description
La valeriana pastiglie deriva dalla radice di valeriana, una pianta coltivata in Asia ed Europa, utilizzata fin da tempi antichissimi. Il suo uso risale, infatti, ai tempi delle popolazioni greche e latine, da cui deriva anche il suo nome originale, ovvero: “Valeriana Officinalis”.
Author
Publisher Name
Sonny Sleep
Publisher Logo

Un integratore Alimentare a base di melatonina, camomilla, valeriana e Vitamina B6.